Graduatoria ATA 24 mesi, come fare per accedere

3023

La graduatoria ATA 24 mesi è la principale porta di accesso al mondo della scuola, per i lavoratori che fanno parte dei profili amministrativi, tecnici e ausiliari. È una graduatoria permanente, da cui si viene chiamati per l’immissione in ruolo o per le supplenze annuali (al 30 giugno o al 31 agosto). Ma come si accede? Quali sono i requisiti? Ecco una breve guida dedicata, con le risposte alle domande principali.

Cosa si intende con personale ATA?

L’acronimo ATA indica tutta una serie di figure professionali che fanno parte del mondo della scuola. È il personale amministrativo, tecnico e ausiliario, ripartito in 4 aree di interesse. Vi rientrano profili molto diversi fra loro:

  • collaboratori scolastici;
  • collaboratori scolastici addetti all’azienda agraria;
  • assistenti amministrativi;
  • assistenti tecnici;
  • cuochi;
  • infermieri;
  • guardarobieri;
  • direttori dei servizi generali e amministrativi.

Cos’è e come funziona la graduatoria ATA 24 mesi?

La cosiddetta graduatoria ATA 24 mesi è il riferimento principale per tutti quei lavoratori che vogliono lavorare come personale amministrativo, tecnico e ausiliario nelle scuole pubbliche italiane. Infatti, è la graduatoria permanente di I fascia su cui ci si basa per fare le convocazioni per le immissioni in ruolo o per le assegnazioni di supplenze annuali (al 30 giugno o al 31 agosto).

In realtà è più corretto parlare di graduatorie, al plurale, perché l’elenco viene stilato su base provinciale, e l’accesso è disciplinato tramite un concorso per titoli, indetto ogni anno con bando regionale.

I requisiti per l’accesso

Vediamo ora nel dettaglio quali sono i requisiti richiesti per poter richiedere l’inserimento nella graduatoria ATA 24 mesi:

  • avere un’anzianità di servizio di almeno 23 mesi e 16 giorni (2 anni), presso scuole statali, maturata anche in maniera non continuativa, in posti corrispondenti al profilo professionale a cui si vuole accedere (o in una qualifica immediatamente superiore);
  • essere in servizio a tempo determinato, nella stessa provincia e sullo stesso profilo professionale richiesto;
  • avere i requisiti per lavorare nella pubblica amministrazione (es: cittadinanza italiana o comunitaria, idoneità fisica, godimento diritti politici, assenza di interdizione o inabilitazione).

L’offerta formativa di Eipass per il personale ATA

Il bando per la graduatoria ATA 24 mesi

Come detto, ogni anno il MIUR invia una specifica nota agli Uffici Scolastici Regionali per l’indizione di un concorso per soli titoli, finalizzato proprio alla creazione della graduatoria ATA 24 mesi. L’elenco che ne scaturisce è destinato ad avere valore per l’anno scolastico successivo.

Una volta indetto il concorso, gli interessati possono presentare domanda, esclusivamente per via telematica, tramite Istanze Online.

Il concorso per soli titoli 2019

Il 5 marzo 2019 il Ministero ha annunciato di essere prossimo all’invio della nota agli uffici scolastici regionali che hanno cominciato la pubblicazione dei bandi con relativi termini di scadenza per la presentazione delle domande.

Tutti i bandi e le relative scandenze, regione per regione

Articolo precedenteAziende a caccia di esperti in cybersecurity
Articolo successivoVerso la scuola digitale, ma in classe la connessione è lenta
Francesco Rossi
Romano di periferia, ma con un pezzo di cuore umbro (Norcia). Professionalmente nasco giornalista, con un’inspiegabile laurea in giurisprudenza. Prima carta stampata, poi radio, poi attività di ufficio stampa nel settore bancario e assicurativo. Poi il web, finalmente. E con lui il copywriting, il brand journalism e la SEO. Oggi sono un consulente per aziende, PMI e liberi professionisti. Mi occupo di ideare e implementare strategie di digital content management, con un focus specifico sul brand journalism e il SEO copywriting. Collaboro con diverse agenzie di digital marketing e lavoro per importanti realtà nazionali e internazionali di cui curo il posizionamento sui motori di ricerca.