Influencer Marketing, di cosa stiamo parlando

46

L’influencer marketing è sempre più una certezza per brand e marketer, strumento rilevante per le loro strategie di comunicazione. Una certezza che non è solo figlia di trend e mode, ma confermata dai dati: Il reportdell’ONIM (Osservatorio Nazionale Influencer Marketing)ci racconta come il 67% degli intervistati dichiari di aver realizzato tra 1 e 3 progetti lo scorso anno con un buon grado di soddisfazione. Il 67,22% dei marketer dichiara infatti di ritenersi soddisfatto dei risultati ottenuti e di voler quindi destinare maggiore budget nel prossimo futuro (67,5%).

Ma cos’è realmente l’influencer marketing?

Influencer Marketing: definizione

L’influencer marketing è una disciplina che punta al coinvolgimento e l’utilizzo delle qualità di figure ben posizionate all’interno di un network (gli influencer) per obiettivi legati ai brand. Una forma di marketing che si basa quindi sull’identificazione di utenti che esercitano influenza su potenziali acquirenti, generando attorno in sinergia con loro progetti e attività specifiche.

Grazie all’autorevolezza, la visibilitàe la reputazionedegli influencer i brand possono non solo di guadagnare visibilità per i propri prodotti/servizi, ma soprattutto attivare conversazioni e instaurare relazioni durevoli. Un mezzo, l’influencer marketing, che va quindi nella direzione opposta al semplice advertising e che è sempre più apprezzato dai brand per ovviare alle difficoltà dei messaggi pubblicitari odierni, che si confrontano con utenti sempre più attenti e un mercato in cui la “Lotta” per l’attenzione è a dir poco complessa.

Come dice Brian Solis“Allineandosi agli influencer, i marchi ricevono una forma di validazione peer-to-peer e riuscire là dove il marketing tradizionale spesso fallisce”.

Volendo semplificare grazie agli influencer e alle loro riconosciute qualità, i brand possono avere una riprova sociale importante da spendere sul mercato, svestendo i messaggi di gran parte delle sovrastrutture commerciali troppo spesso presenti. Una via che porta a creare una comunicazione di maggior impatto sugli utenti.

I vantaggi dell’influencer marketing

L’influencer marketing riesce a portare risultati perché gli utenti si fidano maggiormente degli influencer, ritenendoli figure credibili da cui poter avere contenuti credibili e utili.

Alcuni influencer sono amati per i loro contenuti, altri per lo stile, alcuni per la loro capacità di relazionarsi con i loro follower.  Qualità su cui vanno a nascere relazioni con tutti i vantaggi che ne conseguono. Ma vediamo insieme quali sono i plus nell’utilizzare l’influencer marketing

  • Aumentare la propria audience: alcuni influencer hanno accesso a pubblici molto vasti, pubblici che mettono a disposizione delle aziende durante le collaborazioni. Un awareness però diversa da quella dell’advertising, più qualitativa perché mediata dalla reputazione e dal trust dell’influencer
  • Migliorare l’engagement: le qualità riconosciute degli influencer e i loro contenuti sono in grado di generare maggior coinvolgimento e quindi reazioni da parte degli utenti
  • Migliorare la brand reputation: quando un marchio collabora con un influencer prende in prestito la sua posizione e autorevolezza, agendo positivamente sulla reputazione aziendale.
  • Umanizzare il brand: il mettere al centro una persona “reale” aiuta gli utenti ad avere un’immagine più umana del brand, dandogli una connotazione più spontanea e relazionale
  • Aumentare il traffico sui canali del brand: La capacità di veicolare un messaggio e diffonderlo, dandogli il dovuto eco permette agli influencer di dirottare visite sui canali aziendali.
  • Incrementare le vendite: facendo leva su credibilità e autorevolezza, gli influencer possono, in molti casi, favorire con i loro contenuti le vendite di prodotti e/o servizi. Bisogna ricordare che secondo un recente studio di Ogilvy, il 74% dei consumatori valutano il passaparola e le informazioni in rete prima di effettuare un acquisto.

Conclusioni

L’influencer marketing è uno strumento che offre grandi opportunità quando ben fatto e proprio per questo non dovrebbe mancare nelle strategie digitali dei brand. Progetti che non si riducono ad un selfiefatto da qualche celebrities come avrete capito, ma che necessitano di competenza e, soprattutto, del giusto approccio per essere performanti.

Nei prossimi mesi approfondiremo il tema, andando a toccare tutti gli elementi utili a comprendere meglio come utilizzare gli influencer: gli obiettivi, il concept, la selezione e gestione degli influencer, la misurazione delle performance.

Stay tuned quindi!

Articolo precedenteConquistare i clienti con il Content Marketing
Matteo Pogliani
Matteo Pogliani è partner e digital strategist per Open-Box e per il gruppo internazionale Comunicatica. Esperto di comunicazione online, social media in particolare, è da anni riferimento sul tema dell’influencer marketing. Autore di Influencer Marketing, Valorizza le relazioni e dai voce al tuo Brand, primo libro in Italia sull’argomento e di Professione Influencer, crea il tuo Personal Branding, comunica e monetizza la tua presenza online. Docente e speaker per alcune delle più note realtà nazionali, scrive di comunicazione e marketing digitale su numerosi blog e portali di settore. È inoltre founder dell’ONIM, l’Osservatorio Nazionale Influencer Marketing.